PARIGI: PIANO FORESTALE PER IL CLIMA

0
193

Arrivare al 50% di superfici verdi entro il 2030. E’ l’obiettivo che si è data Parigi nel 2019 quando è iniziato il Piano Forestale urbano.

Nelle scorse settimane è stata completata la trasformazione sostenibile di Place de la Catalogne, con la piantumazione di quasi 500 essenze tra alberi di vario fusto e arbusti.

La piazza in precedenza era uno svincolo per auto. Grazie alla depavimentazione e alla messa a dimora delle nuove essenze è stato anche realizzata una connessione con i viali alberati che vi confluiscono. Proprio l’aspetto di corridoi ecologici, anche per la difesa dei bacini idrici locali, fa parte di questa strategia di incremento del patrimonio vegetale.

Nel 2020 Parigi aveva 500.000 alberi, di cui 300.000 nei boschi di Vincennes e Boulogne, finora ne sono stati piantumati altri 63.000, l’obiettivo è di 170.000 entro il 2026 in 200 strade, tra cui quelle vicino alle scuole.

Prossima realizzazione importante del piano forestale è l’inaugurazione di un giardino di tre ettari e mezzo nella zona orientale della città accanto al percorso della ferrovie dismessa della piccola cintura della capitale francese.

La rigenerazione delle stazioni per attività sociali, culturali, ricreative e commerciali è in corso da tempo.

Sono sei anni che la capitale francese ha varato il piano per incrementare il verde per ridurre l’impatto isola di calore, la stima iniziale ipotizza una diminuzione di 4 gradi con un’estensione delle superfici verdi al 60%, nel 2013 era 29,6, arrivato al 32 nel 2020.

Ci sono stati anche cambiamenti rispetto ai progetti iniziali, per aspetti tecnici ed economici non sono state realizzate le piantumazioni vicino all’Opera e alla Gare de Lyon, una delle principali stazioni ferroviarie di Parigi.