PONTEVEDRA SOSTENIBILE VUOLE ANCORA MIGLIORARE

0
134

Sostenibile e ancora con obiettivi di miglioramento della propria qualità urbana. E’ Pontevedra, ottantatremila abitanti sulla costa della Galizia, in Spagna.

E’ quasi un quarto di secolo che la città sulle rive dell’Atlantico ha inaugurato un percorso di adattamento al cambiamento climatico che ha portato a un miglioramento della vivibilità di tutta l’area vasta, anche periurbana e rurale, di questo fiordo sull’oceano.

La mobilità privata è stata sostituita per la stragrande maggioranza da quella ciclopedonale e con i mezzi pubblici. Il recupero degli spazi pubblici che nel tempo erano stati occupati dalle auto è iniziato nel 1999 e prosegue tuttora. Ci sono ormai studi di architettura specializzati e, per queste esperienze, ricercati anche nel resto della Spagna.

Inizialmente un quarto degli spazi era precluso alle auto, adesso questa percentuale è più che ribaltata a favore di pedoni e ciclisti.

La progettazione dei nuovi assetti urbani, essenze vegetali messa a dimora comprese, fanno diventare questi luoghi isole di frescura in estate e di sosta al sole in inverno, oltre che ambiti dove sono privilegiati i percorsi di mobilità dolce. Non manca neppure la possibilità di avere spazi liberi dove organizzare piccoli mercati o eventi.

Agli effetti di mitigazione climatica generali e di miglioramento della qualità dell’aria, si aggiungono, quindi, quelli di recupero della socialità.

A Pontevedra è stata data attenzione anche alla gestione sostenibile delle acque, per cui le perdite della rete certificate sono il tre e sei per cento, un dato vicino allo zero per gli acquedotti urbani.

La città ha pure introdotto il recupero degli scarti alimentari e del verde attraverso il compostaggio domestico e di comunità, e ha iniziato la raccolta differenziata nei quartieri centrali. Per il 2025 l’obiettivo è di arrivare al riciclaggio del cinquantacinque per cento del totale dei rifiuti prodotti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here