NEW ORLEANS SI STA ADATTANDO ALLE PIOGGE ESTREME

0
117

New Orleans si è dotata di un piano idrico dell’area metropolitana basato sull’adattamento alle piogge torrenziali provocate dal cambiamento climatico.

E’ una strategia di lunga prospettiva quella intrapresa all’indomani dell’uragano Katrina dell’agosto del 2005 che distrusse ampie zone della città.

Una reazione immediata di messa in sicurezza e ricostruzione, con la filosofia di convivere con i fenomeni meteorologici estremi.

Tra queste un sistema di grandi pompe per svuotare i tre principali canali di drenaggio della città, convogliando l’acqua verso il lago Pontchartrain.

Il piano idrico di New Orleans si basa sulla necessità di rallentare e stoccare le piogge incrementando la capacità di resilienza, soprattutto delle zone più a rischio. Ha un orizzonte di cinquant’anni, ed è stato approvato nel 2013.

Innanzitutto sono state intraprese una serie di classificazioni dei territori e provvedimenti per aumentare la capacità di assorbimento.

Le strade minori e le piccole proprietà devono essere progettate o ristrutturare con zone permeabili dove la pioggia possa filtrare verso la falda e ridurre l’afflusso nei sistemi delle acque superficiali e fognario. I grandi canali sono i principali approvvigionatori delle riserve del sottosuolo. I parchi sono luoghi strategici dove convogliare gli eccessi delle precipitazioni, e ovviamente mantengono la loro funzione di spazi aperti e per il tempo libero. Le zone umide presenti anche nei parchi, ma non solo, aiutano a filtrare le piogge e a rallentare il loro flusso, per questo sono stati ripristinati anche ambiti che erano stati prosciugati.

E’ stato anche implementato il servizio di sorveglianza con sensori per gestire le necessità di drenaggio e gli eventuali allarmi.

Dal 2017 la città della Louisiana si è dotata anche di un piano clima, che tra gli obiettivi ha di coinvolgere e proteggere i cittadini più fragili della città nella convivenza con gli eventi meteo estremi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here