TELERISCALDAMENTO AUTONOMO E RINNOVABILE PER LA COMUNITA’ ENERGETICA DI BREITENHOLZ

0
220
bioenergiebreitenholz.de

Calore autoprodotto da sole e legna per il teleriscaldamento della comunità energetica autonoma di Ammerbuch, nel Baden Wurttenberg.

E’ durata tre anni la progettazione della nuova rete comunitaria sostenibile di Breitenholz, frazione da settecentocinquanta abitanti, del comune da undicimila abitanti vicino a Tubinga. Si è trattato di un lavoro che ha impegnato l’amministrazione comunale, la società municipale multiservizi dell’adiacente città, e la cooperativa di abitanti che si è appositamente costituita, grazie anche al sostegno della locale banca popolare.

L’obiettivo della politica di protezione del clima era sostituire le caldaie a gasolio, usato dai tre quarti delle utenze, il gas nella zona non è distribuito per la bassa densità degli edifici. Fino ad ora sono un centinaio gli utenti che nei prossimi mesi si allacceranno al nuovo teleriscaldamento, basato su una centrale a solare termico da duemila metri quadrati di superficie, con un serbatoio di accumulo del calore, e tre impianti di combustione alimentati a biomasse.

L’energia ottenuta dal sole coprirà poco più di un terzo dei consumi della comunità energetica autonoma di Breitenholz, il resto sarà prodotto dalla combustione del cippato, in modo da ridurre anche l’impatto sui vicini boschi.

Grazie alla nuova rete di teleriscaldamento non saranno più bruciati duecentomila litri di gasolio all’anno e immesse seicento tonnellate di anidride carbonica.

Le tubature si estenderanno per quattro chilometri per un potenziale di duecentocinquanta utenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here