UNIVERSITA’ TEDESCHE PER LA MOBILITA’ CICLISTICA

0
151

In Germania sono aumentati gli studi e le pubblicazioni universitarie sulla mobilità ciclistica.

Il governo di Berlino ha infatti stanziato oltre otto milioni di euro per il mondo accademico tedesco affinché gli spostamenti di persone e merci su due ruote siano ulteriormente sviluppati, anche a sostegno della transizione ecologica contro l’effetto serra.

Da tempo nel paese ci sono docenti che studiano e pubblicano ricerche sulla mobilità ciclistica. Da un paio d’anni il flusso è cresciuto grazie al finanziamento del governo per cui sono state istituite apposite cattedre, e sono anche in via di organizzazione una serie di corsi e master dedicati alle due ruote.

Il sostegno di Berlino alle bici non è solo legato allo sviluppo della pianificazione delle mobilità e allo sviluppo delle infrastrutture, ma anche all’implementazione della legislazione per le due ruote, che diventano anche tre, e a volte quattro, per le cargo bike o per il trasporto di minori o animali.

Il governo tedesco nel programma da otto milioni e trecentomila euro ha dato mandato anche di analizzare la psicologia e la sociologia del traffico, la scelta del mezzo con cui spostarsi è infatti determinata anche da fattori soggettivi, oltre a quelli tecnici.

Con questo progetto di formazione settoriale ad ampio raggio, la Germania fa un passo in avanti dal punto di vista accademico. Neppure in Olanda ne hanno ancora fatto uno simile, nonostante una grande cultura nella realizzazione di nuove infrastrutture per la mobilità ciclistica, anche grazie alle università.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here