AMBURGO: UNA RIGENERAZIONE URBANA CHE PROTEGGE DALLE TEMPESTE CLIMATICHE

0
139
Amburgo, Germania, via Vorsetzen: protezione dalle inondazioni e passeggiata a Niederhafen (porto), completamento nel 2019. Progettato da Zaha Hadid https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Hamburg-vorsetzen-flood-protection-promenade.JPG#/media/File:Hamburg-vorsetzen-flood-protection-promenade.JPG

Una rigenerazione urbana che è un’opera di adattamento al cambiamento climatico. E’ il nuovo lungo fiume Elba alla fermata della metro St.Pauli Landungsbrücken di Amburgo. La città stato tedesca da vent’anni si è dotata di piani clima che hanno influenzato anche il recupero delle aree dismesse, soprattutto dei grandi ex magazzini portuali.

L’attività marittima è il centro dell’economia della metropoli grazie alla posizione vicino all’estuario dell’Elba nel Mare del Nord. Questa forza è diventata un rischio per l’innalzamento delle temperature della Terra e la maggiore forza di tempeste e precipitazioni locali.

L’ultima grande alluvione risale al 2006, ma esondazioni e maree anomale ci sono dagli anni ’60, per questo motivo è stato deciso di innalzare di oltre otto metri il lungo Elba Niederhafen. Il nuovo assetto è stato oggetto di un concorso architettonico che prevedeva una barriera di almeno sette metri, e fu bandito quindici anni fa. Il riassetto è quasi completato con la realizzazione di un nuovo quartiere dove c’è anche la sede della Filarmonica della città. Sul lungo fiume sono innumerevoli le attività, da quelle legate alle navi merci a quelle da crociera, comprese quelle per brevi gite sull’Elba, a quelle espositive, commerciali e ricreative per chi lavora in zona o ci trascorre del tempo libero.

Il nuovo lungo fiume pedonale si inserisce nel piano clima di Amburgo per gli aspetti di riduzione dei consumi energetici dei nuovi edifici e per la scelta di privilegiare la mobilità sostenibile, quindi ciclopedonale e mezzi collettivi, con la metro sopraelevata che affianca il nuovo spazio pubblico.

Proprio il cambio di modalità di trasporto è tra i provvedimenti necessari e in atto per poter centrare l’obiettivo di ridurre le emissioni climalteranti dell’80% entro il 2050.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here