ATLANTA: UN FRUTTETO URBANO PER LA COESIONE E CONTRO LA POVERTA’

0
379

Un frutteto urbano contro la mancanza di cibo fresco e per ridurre le povertà. E’ quello realizzato ad Atlanta, in Georgia, Stati Uniti, grazie alla collaborazione tra amministrazione comunale e abitanti.
Si sta avviando al quarto anno di esperienza la coltivazione di tre ettari di terreni abbandonati a Lakewood-Browns Mill, un quartiere nel sud est della città, cinquecentomila abitanti. Nell’area metropolitana di Atlanta vivono cinque milioni e mezzo di persone, poco meno di un quarto è a basso reddito e vive in luoghi con difficoltà di accesso a negozi o supermercati.
Nel 2016 il Comune è riuscito a ottenere un finanziamento dal programma nazionale di sostegno alla natura per recuperare poco meno di tre ettari. In seguito è iniziato un percorso partecipato, che in primis ha coinvolto gli abitanti nel recupero degli spazi per le coltivazioni. In precedenza c’era un’azienda agricola, amata dagli abitanti perché la produzione in eccesso era lasciata dai proprietari sui recinti perché fosse consumata dai vicini del quartiere.
Proprio la storia di questo rapporto è diventata parte del nuovo frutteto urbano, fatto oggi da oltre mille alberi e arbusti che producono frutta: noci, noci pecan, uve di vario tipo, frutti di bosco.
Anche gli studenti sono stati coinvolti nella progettazione e nei lavori di realizzazione e mantenimento.
Il frutteto è così diventato un luogo del quartiere, dove ci si trova per stare all’aperto, per sistemare un sentiero o un’aiuola, o per vivere un evento di una delle locali associazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.