CLIMA: DRENAGGIO SOSTENIBILE DELLE ACQUE PIOVANE A MALMO

0
468
https://sv.wikipedia.org/wiki/Augustenborg,_Malm%C3%B6#/media/File:Augustenborg,_Malm%C3%B6,_2014.jpg

Sono cambiate le piogge e il quartiere di Augustenborg di Malmö, cinquemila abitanti sui trecentomila della città svedese, ha modificato radicalmente il proprio sistema di drenaggio.
E’ una strategia di adattamento al cambiamento climatico quella che è stata utilizzata nel quartiere periferico, sorto negli anni ’50 come risposta alle esigenze sociali.
Negli anni ’80 e ’90, con l’inizio della concentrazione delle piogge con precipitazioni più intense, ad Augustenborg ci furono una serie di alluvioni. In quegli anni l’amministrazione comunale decise, quindi, di intervenire diminuendo lo smaltimento dell’acqua piovana attraverso il sistema fognario, e di incrementare il sistema di gestione locale.
L’obiettivo prefissato era di realizzare una struttura che consentisse di gestire nel quartiere il settanta per cento dell’acqua piovana. Per questo fu realizzato, e attuato, un piano che prevedeva di realizzare edifici con tetti verdi, in grado quindi di trattenere la pioggia, una rete di canali e trincee che convogliassero l’acqua dalle strade, dai parcheggi, e quella in eccesso dei tetti, verso una serie di zona umide e stagni.
Per questo motivo gli spazi verdi sono stati ampliati, e numerosi sono anche diventati orti di quartiere, oltre che giardini di quartiere.
Questa impostazione ha avuto numerosi esiti, oltre quelli idraulici, per cui ad Augustenborg non ci sono stati più allagamenti, a differenza di altre zone di Malmö. E’ infatti aumentata la socialità nel quartiere, insieme alla biodiversità di insetti, piante, uccelli, mentre sono diminuite del venti per cento le emissioni di anidride carbonica, e c’è stata anche una diminuzione nella produzione dei rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.