GAND: IL SISTEMA ALIMENTARE SOSTENIBILE

0
305

Sono ormai cinque anni che Gand si è data una strategia per realizzare un sistema alimentare sostenibile. La città belga, duecentocinquantamila abitanti, capoluogo delle Fiandre orientali, come primo passo ha individuato cinque ambiti di intervento che ha poi declinato in ventuno azioni principali. Tra gli obiettivi c’è anche di arrivare entro il 2050 alla neutralità per le emissioni di anidride carbonica rispetto all’approvvigionamento di cibo.
I cinque obiettivi strategici sono: realizzazione di una catena alimentare più breve e più visibile; produzione e consumo di cibi più sostenibili; creare maggiore valore sociale per le iniziative legate all’alimentazione; ridurre gli sprechi; riutilizzare gli scarti.
Per realizzarla è stato necessario coinvolgere tutti i componenti della filiera, dai consumatori, compresi quelli organizzati, ai commercianti, dagli ambienti collettivi come scuola e grandi aziende, ai produttori. In tutti questi ambiti è stato migliorato l’accesso ai prodotti locali e l’esperienza del consumo rispetto alla qualità, oltre che alla salute e alla sostenibilità della città e del suo territorio circostante.
Per verificare l’efficacia delle misure la città di Gand si è dotata di un consiglio per il sistema alimentare. Questo organismo è formato da venticinque persone espressione delle categorie impegnate nella realizzazione della strategia: istituzioni accademiche e della salute, associazioni di agricoltori e consumatori, e centri culturali. Tra queste personalità è individuato un gruppo ristretto che propone anche le nuove azioni da introdurre.
La città fiamminga fa anche parte della rete internazionale delle città che si sono dotate di politiche per l’alimentazione sostenibile, tra cui la Food Policy di Milano Expo 2015.

Articolo precedenteCOPENAGHEN: INFOMOBILITA’ INTELLIGENTE PER BICI
Articolo successivoLE BUONE PRATICHE PER LA SOSTENIBILITA’ DI MOLLET DEL VALLES
49 anni, lavoro come giornalista a Radio Popolare dal 1993, e sono stato tra il 2016 e il 2019 capo di gabinetto del Sindaco di Pavia Massimo Depaoli. Sono anche consulente per le relazioni esterne e la comunicazione per la Confederazione Italiana Agricoltori di Mi-Lo-Mb e curo la rubrica Pratiche Sostenibili per il mensile Consumatori di Coop. Ho scritto per i quotidiani La Provincia di Como e La Prealpina di Varese, e il bimestrale Fv-Fotovoltaici. Sono stato anche assessore all'ambiente e allo sviluppo sostenibile di Sesto San Giovanni e consigliere della zona 2 di Milano. Ho quindi un'anima divisa in due tra giornalismo e amministrazione pubblica, alla quale possiamo aggiungere quella per i formaggi, dei quali sono maestro assaggiatore Onaf e membro di giuria di concorsi caseari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here