#EXPOIDEE PRIMA VETRINA PER I CONTENUTI DI EXPO 2015

0
121

logo_expo_2015-1200x450Sono arrivati i contenuti a Expo 2015, a ottanta giorni dall’evento sono usciti dal circuito degli addetti ai lavori, per diventare un impegno, non solo per la politica.
Contenuti soprattutto immateriali, a partire dalla Carta di Milano, che sarà presentata ufficialmente il 28 e 29 aprile, alla vigilia dell’apertura del prossimo 1° maggio. Alla loro stesura stanno lavorando da due anni gli esperti della Fondazione Feltrinelli.
La Carta di Milano sarà un documento di tre livelli, il primo sarà un breve preambolo, il secondo sarà composto dai diritti e dagli impegni per dargli seguito, il terzo sarà una biblioteca che metterà insieme i documenti già presenti sul tema.
Sarà la prima volta, con Expo 2015 che un’esposizione universale lascerà un documento, che impegnerà i cittadini, le imprese, le istituzioni e la politica in generale. Non dovrà quindi rimanere chiuso nelle stanze dei governi come spesso accade per trattati come quello sul clima, ma dovrebbe comunque intrecciarsi con l’agenda internazionale, come la discussione dei nuovi obiettivi del millennio delle Nazioni Unite.
Ci sarà anche la firma dell’Urban Food Policy Pact, il patto per le politiche urbane sull’alimentazione, lanciato due anni fa dal sindaco Giuliano Pisapia a Johannesburg nel summit C40 delle città sostenibili. Il documento metterà per iscritto per la prima volta le politiche urbane per il cibo, dall’agricoltura urbana alle mense caritatevoli, su come declinare quindi in ambito cittadino il diritto al cibo.
I quarantadue tavoli tematici di Expo delle Idee all’Hangar Bicocca di Milano sono stati rappresentativi e appassionati, ma un po’ tardivi rispetto alle aspettative, e ai tempi della stessa Expo, assegnata quasi sette anni fa.
Uno dei grandi contenuti di Expo 2015 sarà l’Expo in città, che vedrà Milano viva come non mai, con sei mesi di eventi fuori dall’esposizione in ogni genere di luogo e quartiere. Sarà un grande fuori salone del mobile, l’evento più partecipato di Milano. Sull’onda di questo entusiasmo dei milanesi, il Bureau dell’Esposizione ha deciso che anche nelle prossime edizioni dovrà essere organizzato dalle città che l’ospiteranno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.