BRIANZA TERRA DI ZAFFERANO

0
245

milan saffron zafferano milanoAumentano le produzioni di zafferano in Lombardia, la Brianza monzese guida la crescita dei campi coltivati con la spezia dal bellissimo fiore indaco. E’ un piccolo movimento, partito silenziosamente come spesso accade, quello che sta toccando numerose province lombarde. L’epicentro si trova in questo lembo di terra fatto di improvvisi panorami naturali, antiche ville nobiliari, affascinanti archeologie degli opifici di inizio ‘900, con accanto i brutti e anonimi capannoni industriali e commerciali del disordinato sviluppo degli ultimi quarant’anni.
I pochi campi agricoli sopravvissuti alla fitta urbanizzazione, spesso, devono lottare con la necessità di nuove infrastrutture, stradali, ferroviarie ma anche le indispensabili opere idrauliche che dovranno evitare le esondazioni dei fiumi Seveso e Lambro.

La nuova agricoltura della Brianza, e non solo, sta recuperando antiche produzioni e grazie alla multifunzionalità sta creando modelli innovativi di redditività, anche con piccole superfici coltivabili.

Qui si stanno sviluppando il maggior numero di iniziative di produzione di zafferano, la più nota è Zafferanami di Varedo (Mb), diventato partner dello chef Davide Oldani e di Giallo Milano, il premio per il miglior risotto alla milanese, ma soprattutto promotori del loro territorio e del modello di piccola agricoltura. I giovani coltivatori fanno ricerca continua sulle qualità degli stimmi prodotti, lavorano in rete con i piccoli artigiani della trasformazione alimentare, e tengono corsi e conferenze per diffondere i risultati e le conoscenze del loro lavoro, un esempio di economia della condivisione.

Rimanendo nella provincia di Monza e Brianza c’è la nuova esperienza di Mastri Speziali, nata da quattro studenti di agraria, che punta molto sulla comunicazione del proprio prodotto, che hanno chiamato Zafferanza.

I promotori dello Zafferano Vallescuria a Veduggio con Colzano, sempre nella Brianza monzese, si definiscono braccia restituite all’agricoltura, e hanno l’ambizione di declinare il progetto anche con valenza sociale.

Altra esperienza consolidata è quella dei giovani produttori di Zafferano Padano a Ronco Briantino, anche loro impegnati nella diffusione della qualità delle produzioni e nella condivisione dei risultati del lavoro.

Un po’ più a nord, appena entrati nella provincia di Lecco, a Montevecchia, c’è chi ha iniziato a coltivare il crocus sativus nelle terrazze famose per i vitigni, trovando un altro habitat adatto a questa pianta.

In Lombardia ci sono altre produzioni di zafferano anche nelle province di Bergamo, Brescia, Mantova e Sondrio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here