content top

A GREATER DANDENONG MENO VENTICINQUE PER...

A GREATER DANDENONG MENO VENTICINQUE PER CENTO I CONSUMI IDRICI
Dandenong, nell’area metropolitana di Melbourne, sta riducendo l’uso di acqua di un quarto rispetto al 2004, l’obiettivo dovrebbe essere raggiunto il prossimo anno. La città da centotrentacinquemila abitanti si trova nello stato di Victoria, in Australia, paese dove la siccità e la penuria di questa risorsa fondamentale sta facendo sviluppare tecnologie e accorgimenti per un uso...

IL LATTE FIENO DI NORMANDIA

IL LATTE FIENO DI NORMANDIA
Il latte fresco da fieno è arrivato anche in Francia, in Normandia, per essere precisi. In una delle regioni con la maggiore tradizione lattiero casearia un gruppo di allevatori ha deciso di tornare all’antico per valorizzare il proprio prodotto base: il latte di vacca. Per nutrire i propri animali è stata infatti adottata un’alimentazione a base di erba fresca, nei mesi caldi, o...

PEDONALIZZATO IL CENTRO STORICO DI GAND

PEDONALIZZATO IL CENTRO STORICO DI GAND
Gand ha pedonalizzato il centro storico. L’amministrazione della terza città belga, duecentocinquantamila abitanti, da alcuni mesi ha unito le precedenti zone senza auto, istituite nel 1997, in un’unica grande area, impedendo al traffico privato di attraversarla. La decisione è arrivata dopo un’elaborazione del piano della mobilità durata quasi quattro anni, e che ha posto le basi per...

INNSBRUCK E’ VIVIBILE GRAZIE ALLA ...

INNSBRUCK E’ VIVIBILE GRAZIE ALLA MOBILITA SOSTENIBILE
Settantaquattro per cento di mobilità con mezzi pubblici, biciclette e a piedi. E’ Innsbruck, Austria, centocinquantamila abitanti, città medievale ma anche moderna, dove antico e contemporaneo convivono con eleganza. E’ un bel primato quello della capitale del Tirolo, una media città con una mobilità a basso impatto ambientale in percentuale così alta è una buona pratica, normalmente...

ROUBAIX CITTA’ RIFIUTI ZERO

ROUBAIX CITTA’ RIFIUTI ZERO
Roubaix studia da città rifiuti zero. La città francese al confine con il Belgio da due anni e mezzo ha iniziato un percorso per introdurre la raccolta differenziata domiciliare spinta dei propri scarti, quella che prevede anche la separazione dei rifiuti di cucina, la frazione cosiddetta umida. Il comune fa parte dell’area metropolitana di Lille, che non adotta questo sistema, per cui...

« Older Entries