content top

VITICOLTURA DI CITTA’ E GIARDINI CONDIVISI A MONTPELLIER

By INRA DIST from France (INRA Montpellier Cl .J Weber (3)) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Sono oltre vent’anni che a Montpellier, in Francia, l’agricoltura urbana e periurbana è al centro delle politiche di sostenibilità dell’amministrazione comunale.
Negli strumenti di programmazione territoriale, e nei piani di azione, sono stati previsti spazi e iniziative per ridare un ruolo all’attività primaria in città, dove era stata soppiantata dalla ricerca e dall’informatica.
Quest’economia aveva portato Montepellier a raddoppiare gli abitanti, che ora sono duentocinquantamila, oltre quattrocentomila con l’area metropolitana.
L’agricoltura urbana ha avuto un grande ruolo per gli aspetti sociali, i giardini condivisi sono stati, e sono tuttora, un’occasione di coesione tra gli abitanti, per la vicinanza, per lo scambio di consigli, materiali, prodotti, anche tra persone di generazione diverse. Queste azioni hanno spesso riguardato il recupero di spazi urbani inutilizzati, e hanno anche accresciuto il fai da te nel mantenimento dei propri giardini. Anche il benessere psicofisico di quest’attività fa parte dei vantaggi dell’agricoltura urbana.
A Montpellier non manca, ovviamente, anche quella professionale, a partire dalla vitivinicoltura, produzione tipica di questo terra di Occitania, vicina al Parco della Camargue. C’è anche un’azienda pubblica da dodici ettari dove possono fare esperienza giovani agricoltori, anche nella coltivazione di olivi e nell’allevamento di api. I terreni cittadini sono stati censiti, quelli che hanno maggiore valore, e più tutela, sono quelli per le produzioni enologiche tipiche, oltre duecentoquaranta ettari.
Altro settore che si è sviluppato quello dell’orticoltura, tipica filiera dell’agricoltura urbane e periurbana, che in realtà ha una sua storica presenza nella campagna di Montepellier. La ricerca di cibo fresco prodotto nel territorio circostante è uno dei primi aspetti per migliorare la sostenibilità e la sicurezza negli approvvigionamenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *