content top

DETROIT: L’AGRICOLTURA URBANA INFRASTRUTTURA DELLA RIGENERAZIONE

La rinascita di Detroit passa dall’agricoltura urbana ormai da una quindicina d’anni. Il piano che ha iniziato a rendere sistematica quest’attività nella città del Michigan è del 2004, e ha portato alla coltivazione di oltre un migliaio di appezzamenti di varie dimensioni.
Sono numerosi gli ambiti di intervento degli orti urbani di Detroit, colpita duramente dalla crisi dell’industria, in particolare quella automobilistica, per cui interi quartieri sono stati abbandonati. L’agricoltura ha quindi numerosi ambiti di intervento: dal recupero degli spazi urbani alla produzione di cibo fresco a basso costo, soprattutto per chi è rimasto senza reddito o ne ha uno basso, dalla ricostruzione delle relazioni sociali, alla realizzazione di nuove attività imprenditoriali, passando per una nuova educazione alimentare, visto che le malattie metaboliche colpiscono maggiormente i ceti popolari.
Le iniziative in corso sono quindi numerose e articolate, e vanno dalla mensa caritatevole dei frati cappuccini che gestisce anche un’azienda agricola da un ettaro, e fa progetti di reinserimento sociale, all’associazione che gestisce terreni e case occupate, e a sua volta riesce con la produzione a sostenere una vasta comunità, fino a far tornare investimenti immobiliari nel quartiere. Ci sono anche esperienze di giardini sensoriali, frutteti e fattorie didattiche. A Detroit si sono pure sviluppate aziende agricole professionali, che producono alimenti freschi, ma anche fiori, che riforniscono negozi e ristoranti.
Il recupero degli spazi e della vivibilità è andato di pari passo con il miglioramento del paesaggio con la rigenerazione di aree anche solo con la piantumazioni di alberi, e la creazione di percorsi ciclopedonali, poco diffusi fino a una decina d’anni fa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *