content top

LA TRANSIZIONE AGRICOLA URBANA DI LIEGI

C’è anche il Festival urbano della transizione agricola tra le attività di Liegi per la sostenibilità cittadina e l’agricoltura urbana e periurbana.
La città belga da quattro anni ha in corso una serie di azioni culturali e istituzionali per incrementare la propria resilienza e vivibilità. Liegi ha storicamente una presenza di industrie cosiddette pesanti come le acciaierie, e l’agricoltura ha subito nei decenni una progressiva diminuzione di addetti e produzioni, obbligando quindi la città a rifornirsi di alimenti freschi sempre più lontano.
Per tutti questi motivi sono nate le attività che stanno portando all’incremento delle coltivazioni cittadine e delle zone limitrofe, e alla riduzione, quindi, dell’impatto ambientale per rifornire di cibo la città, oltre a una maggiore consapevolezza nell’alimentazione degli abitanti coltivatori.
La prima azione è stata quella di realizzare nel 2013 un forum dove coinvolgere gli abitanti nella progettazione degli obiettivi. Tra le attività sostenute dall’amministrazione di Liegi c’è la coltivazione comune di spazi verdi, e la messa a disposizione di tutti dei frutti di questa piccole produzioni cittadine. Un modo anche di creare coesione sociale, oltre che di fornire cibo fresco a ridotto impatto e a basso costo.
Ovviamente non manca l’organizzazione di mercati contadini con prodotti di coltivazioni entro i cinquanta chilometri da Liegi, mentre è in progettazione la fornitura delle mense scolastiche. In Vallonia la filiera dei cereali ,per oltre il novanta per cento, è impegnata per i mangimi degli allevamenti intensivi e la produzione di biocarburanti, per ridurre questa percentuale è ora in atto la ricostituzione di una filiera del pane locale. Anche una birra artigianale a base di malto d’orzo e frumento, uno dei classici stili brassicoli belgi, è stata realizzata con cereali tipici della zona, e anche per il luppolo si stanno selezionando varietà locali delle Fiandre, in Belgio è abitualmente coltivato in Vallonia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *