content top

PEDONALIZZATO IL CENTRO STORICO DI GAND

Gand ha pedonalizzato il centro storico. L’amministrazione della terza città belga, duecentocinquantamila abitanti, da alcuni mesi ha unito le precedenti zone senza auto, istituite nel 1997, in un’unica grande area, impedendo al traffico privato di attraversarla.
La decisione è arrivata dopo un’elaborazione del piano della mobilità durata quasi quattro anni, e che ha posto le basi per questo cambiamento radicale della circolazione dei mezzi privati, camion e furgoni merci compresi. Gand è stata suddivisa in sei grandi aree, di cui una, quella centrale appunto, è stata resa pedonale, e ovviamente ciclabile.
L’indagine ha scoperto che il quaranta per cento del traffico non era connesso con la zona attraversata, un dato che fa riflettere sulle abitudini degli automobilisti.
Ovviamente la novità, benché discussa pubblicamente dopo lunga elaborazione sta facendo polemizzare, e in città ci sarà un referendum a settembre. Intanto i benefici per turismo e vivibilità, a partire dai bambini, stanno, però, lasciando un segno positivo anche tra coloro che hanno più difficoltà, perché magari hanno attività artigianali nella zona, e devono quindi adattarsi alle limitazioni nello spostamento delle proprie merci. L’ambizione del riequilibrio modale dal mezzo privato a quello pubblico, o a bici e piedi, rimane prioritario per l’amministrazione di Gand, che intanto sta progettando una serie di itinerari protetti per incrementare l’uso dei taxi, oltre che degli autobus.
Ovviamente non manca un potenziamento della stazione ferroviaria e della sua intermodalità, per cui il cantiere durerà ancora sei anni, con un ingrandimento dell’autostazione e la realizzazione di un mega parcheggio coperto per diecimila biciclette.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *