content top

MANCHESTER LA SOSTENIBILE

manchester-sustainable-airportManchester e la sua area metropolitana sono tra le città più sostenibili del Regno Unito, ma non solo. Dal 2009 le istituzioni hanno iniziato ad affrontare il cambiamento climatico, coinvolgendo i cittadini, anche se già dal 1986 erano in atto provvedimenti per ridurre l’impatto della città verso un’economia a bassa emissione.
La strategia della Grande Manchester 2010-2020 è stata partecipata, la sua stesura ha infatti coinvolto duemilatrecento tra cittadini e organizzazioni, così come i piani di azione, triennali o quadriennali, che da allora si susseguono.
Tra queste c’è la rete delle infrastrutture verdi e blu, i parchi e i corsi d’acqua, ci sono cinque vallate e tre canali, come luoghi della biodiversità, ma anche come infrastrutture di trasporto.
Tra le azioni in corso vi è quella della riduzione dei rifiuti e del recupero del cibo che prima finiva nella pattumiera, finora la diminuzione di scarti conferiti è stata del ventuno per cento, ma ulteriori provvedimenti per diminuire sono state intraprese, a partire dagli imballaggi. Altro aspetto preso in considerazione l’alto impatto di carne, pesce e latte di allevamento, e il loro consumo eccessivo, rispetto alla produzione di proteine vegetali.
Per la mobilità è in estensione la rete delle piste ciclabili e dei tram, così come i veicoli elettrici privati stanno avendo una importante crescita. La Grande Manchester ha infatti installato trecento colonnine per la ricarica di questo tipo di mezzi, ottenendo così il raddoppio dell’utilizzo nel 2015 rispetto all’anno precedente.
Proprio rispetto alle misure per l’adattamento climatico si stanno formando una ventina di comunità dell’energia, che partendo dall’installazione di tetti fotovoltaici, cercano di staccarsi dalla rete dei grandi produttori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *