content top

ENERGIA: LA COMUNITA’ AUTONOMA DI SAMSØ

samsoe wind energyAutonoma e rinnovabile al cento per cento. E’ l’elettricità di Samsø, isola danese simbolo dei processi di sostenibilità, nati dal Protocollo internazionale di Kyoto sui cambiamenti climatici. E’ dal 2008 che questo lembo di terra nel mare del Nord ha ottenuto l’obiettivo, raggiunto al termine di un decennio di partecipazione dei propri abitanti.
L’inizio della costruzione della comunità energetica autonoma risale al 1997, quando il ministero dell’ambiente danese lanciò un bando per ridurre le emissioni di anidride carboniche delle isole, subito dopo la più famosa delle conferenze sul clima. Samsø vinse il bando e la prima infrastruttura fu la creazione di un’accademia dell’energia. In questo spazio, da quasi vent’anni, si comunica ai cittadini la situazione del surriscaldamento globale, e si dibattono le misure per rallentare l’aumento della temperatura, sia su scala locale che internazionale. Nel tempo la struttura è diventata anche un centro di informazione e di accoglienza per chi vuole conoscere l’esperienza di Samsø, come scuole e turisti, inoltre è anche organizzato un Festival sulla sostenibilità.
L’isola attualmente produce più elettricità di quanta ne consuma tra pale eoliche sulla terra ferma, undici, e in mare, dieci. La proprietà delle prime, che è quella che garantisce il cento per cento dei consumi per i poco più di quattromila abitanti, è divisa tra gli agricoltori, titolari di nove impianti, e due, suddivisa tra circa cinquecento residenti.
Prossimo obiettivo, per il 2030, è di essere autonomi anche per il calore e la mobilità. Attualmente il trenta per cento del riscaldamento è ancora di fonte fossile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.