content top

IL LAGO LEMANO RISCALDA E RAFFRESCA GINEVRA

ginevra sostenibileRaffreddare e riscaldare un quartiere con l’acqua del lago. Accade da sei anni a Ginevra nel quartiere Sécheron-Nations, che grazie a questo sistema ha ridotto dell’80% i consumi energetici.

Dal 2009 questa zona nella parte settentrionale della città, che ospita la Croce Rossa Internazionale e l’Organizzazione Internazionale del Lavoro delle Nazioni Unite, è dotata di una rete idrotermica. Questo impianto fornisce acqua calda e fresca per gli impianti di climatizzazione prelevandola dal lago Lemano, conosciuto anche come di Ginevra. Rispetto al quartiere di Sécheron-Nations è stato individuato un punto a due chilometri e mezzo verso nord est e a quaranta metri di profondità dove la temperatura tutto l’anno è compresa tra i sei i dieci gradi.

Una volta che l’acqua è stata pompata a riva è convogliata in un bacino sotterraneo chiuso, poi per raffreddare passa in uno scambiatore e in un sistema di tubazioni collegate con i palazzi. Per riscaldare, invece, l’acqua passa in una termopompa, ed è poi distribuita con il medesimo sistema agli utilizzatori. Una volta finito l’uso quest’acqua può tornare nel lago senza trattamento, dato che non è stata messa a contatto con alcunché, entrambi i processi, di raffrescamento e di riscaldamento, sono infatti a circuito chiuso.

L’impatto dell’acqua restituita al Lago Lemano in superficie non deve provocare un’oscillazione della temperature naturale maggiore di quella compresa tra il meno mezzo grado e il più mezzo.

Ovviamente i due cicli necessitano di elettricità per essere realizzati, nel caso del calore il risparmio di emissioni di anidride carbonica è dell’ottanta per cento. La riduzione di consumo di energia nel ciclo del freddo è dell’ottanta per cento.

L’investimento di Ginevra è stato di trentatré milioni di franchi, e ha comportato la posa di sei chilometri di tubazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *