content top

LE COMUNITA’ DEL CIBO DI PORTLAND INFRASTRUTTURA PER LA BIODIVERSITA’

grow portlandA Portland le comunità del cibo sono uno dei pilastri della strategia per la propria sostenibilità, la città dell’Oregon, Stati Uniti occidentali, si è prefissata di ridurre le emissioni di anidride carbonica dell’ottanta per cento entro il 2050.
I cittadini hanno costruito relazioni stabili con gli agricoltori dell’area metropolitana. Questa alleanza ha permesso il recupero di innumerevoli ortaggi e frutti, il miglioramento degli allevamenti per gli animali da carne, e anche la produzione di nuovi salumi e formaggi, sia di aziende agricole che artigianali, a volte anche con annessa zona ristorazione.
La base è la certezza per gli agricoltori di Portland e dintorni di avere reddito fornendo direttamente le famiglie, che spesso anticipano il denaro per quanto sarà loro dato nelle stagioni dei raccolti. Grazie a questo sistema i produttori possono contare su un reddito certo, e possono decidere insieme ai consumatori che cosa coltivare e allevare e con quale sistema. In questo modo il benessere della comunità sia per gli aspetti ambientali, sono molto diffuse le produzioni biologiche, e culturali, come la biodiversità, entrano a far parte della programmazione, e sono incentivati.
I cittadini di Portland, ma anche i ristoratori e le aziende della trasformazione, sono molto attenti a cercare la qualità dei prodotti, e anche la vicinanza, se ovviamente si tratta di cibi rintracciabili nei dintorni.
Uno degli ultimi sviluppi riguarda l’apicoltura urbana e la differenziazioni dei mieli prodotti per zona. La città dell’Oregon è molto verde e con molte piante, che ovviamente hanno fiori e pollini diversi. La grande presenza di questi insetti, anche negli orti urbani, permette al verde e alla stesse coltivazioni dei cittadini, di essere rigogliose, alimentando la biodiversità, quindi la sostenibilità di Portland.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *