AD AMSTERDAM C’E’ IL CAR SHARING TRA PRIVATI GRAZIE ALL’AUTO PEER TO PEER

1
15
we go amsterdam
Il car sharing privato. L’auto peer to peer. La nuova mobilità passa anche dall’uso pubblico delle macchine dei singoli cittadini. Ad Amsterdam è realtà, grazie a un’applicazione per telefonini.
Le smart city, le città intelligenti, si basano sull’uso razionale dell’esistente grazie alle nuove tecnologie informatiche. In questo modo strutture o servizi pubblici e privati possono essere utilizzati in modo maggiore, così da ridurre costi, magari l’occupazione di spazio, incrementando la disponibilità di servizi.
Ad Amsterdam il car sharing privato o l’auto peer to peer è una realtà grazie a un’applicazione che si chiama We Go. Il singolo proprietario dell’auto deve ovviamente iscriversi al servizio, e segnalare il luogo e la disponibilità del proprio mezzo. E’ quindi possibile consentire l’uso della auto sia vicino a casa, perché magari è usata solo nel fine settimana, o nei pressi del proprio lavoro, dove spesso rimane parcheggiata dalla mattina alla sera. Chi la prende, ovviamente, deve essere a sua volta iscritto al servizio, mentre chi lo eroga, la società We Go di Amsterdam, garantisce, oltre al collegamento tra la domanda e l’offerta, anche la copertura assicurativa.
Grazie alle auto condivise private è quindi possibile trovare un mezzo anche in zone dove il classico car sharing non è conveniente per la bassa domanda, oltre ad avere una maggiore tipologia di auto potenzialmente affittabili. Il tutto consentendo di condividere i costi di gestione grazie agli introiti pagati dagli utilizzatori temporanei della propria auto.
Un altro car sharing tra privati c’è a San Francisco.

1 commento

  1. il car sharing tra privati è un’idea che trovo interessante.. ho visto che se ne parla anche

    in italia ed il car sharing tra privati mi piace, lo farei pure io. mi sono imbattuto anche in

    questo sito che sembra possa provare a mettere in piedi il servizio. conoscete?

    http://www.car2share.it/
    alla fine l’auto la usiamo poco e quindi penso sia utile tirare su qualche soldino e

    soprattutto non inquinare troppo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.