content top

FA’ LA COSA GIUSTA, L’ECONOMIA DI RELAZIONE IN MOSTRA

fa la cosa giusta logo

“Ci vediamo a Fa’ la cosa giusta”. E’ un saluto ricorrente a Milano in questi giorni, soprattutto al telefono, nelle email, nelle chat e nei social media. Un auspicio che ci si scambia, perché si è sicuri che in quella piazza ci andremo e ci andranno coloro ai quali lo diciamo con naturalezza.

E’ uno dei piacevoli e utili risultati dei nove anni del salone del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Fa’ la cosa giusta è davvero un’affollata piazza di persone che si incontra e si propone. Le forme sono diverse, dalle associazioni alle aziende, ma anche singoli professionisti, tutti con la voglia di avere relazioni, di aprirsi. E’ questo lo spirito della fiera, che si è respirata fin dalla mattina del primo giorno di nove anni fa, al Superstudio di via Tortona. Anche io ho contribuito in varie forme in questo lasso di tempo, e lo farò anche quest’anno, sabato coordinerò “Educando con il carrello, esperienze significative sul sentiero del consumo consapevole”, e domenica “Milano incontra la città, estetica e diritti, Pgt e politiche della casa”.

A Fa’ la cosa giusta sarà possibile portare i tappi di sughero usati per poterli far riciclare.

Un’altra piazza dell’economia di relazione dove una volta l’anno ci si incontra piacevolmente è Terra Futura a Firenze, alla fine di maggio, tra le iniziative innovative, c’è la Borsa delle Imprese Responsabili, arrivata alla quinta edizione.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>