content top

FELDHEIM, COMUNITA’ ENERGETICA AUTONOMA

Eolico, fotovoltaico e biogas da rifiuti agricoli. E’ il mix energetico di Feldheim, sessanta chilometri a sud est di Berlino, land del BrandeburgoGermania.

Il piccolo comune, settemilasettecento abitanti, è una tra le tante comunità autonome sorte grazie agli incentivi alle fonti rinnovabili nel paese più manifatturiero dell’Unione Europea.

L’inizio del percorso verso l’indipendenza energetica di Feldheim è del 1998, con l’installazione delle prime quattro pale eoliche alte ottantacinque metri, adesso sono quarantatre, per oltre settantaquattro megawatt di potenza installata. Un altro degli impianti per la produzione di energia si basa sul biogas ottenuto dal letame delle vacche e dei maiali nonché dagli avanzi dei raccolti e dell’insilato di mais, mangime per gli allevamenti. Feldeim è una frazione di Treuenbrietzen e si trova in una zona agricola della Germania orientale. La centrale a biogas produce sia elettricità che calore, distribuito con una piccola rete di teleriscaldamento che rifornisce abitazioni, attività produttive e alcune aziende zootecniche.

Il terzo impianto è una centrale fotovoltaica a pannelli rotanti, quelli che durante la giornata si orientano verso il sole. In questo caso la struttura da quaranta ettari è stata realizzata al posto di una caserma dismessa. La potenza installata è di due virgola due megawatt.

I locali consumi sono decisamente minori rispetto alla produzione, che è venduta alla rete regionale. Gli abitanti di Feldheim, per rafforzare la propria costituzione in comunità autonoma, si sono anche staccata dalla distribuzione elettrica e di calore della principale grande azienda tedesca, e ne hanno costituita una propria. I proprietari sono il comune, i titolari degli impianti di produzione da fonti rinnovabili, i cittadini, i possessori dei terreni, e la locale cooperativa degli agricoltori. Tra gli accordi per la costituzione dell’impresa vi è anche il costo fisso dell’energia per vent’anni, possibile anche grazie all’assenza di fonti fossili, che risentono degli investimenti finanziari.

A Feldheim è anche sorto un turismo di operatori e amministratori locali interessati a riprodurre il modello di indipendenza energetica del piccolo comune del Brandeburgo.

Un’altra comunità autonoma si trova a Wildpoldsried, piccolo comune della Baviera.


No Responses to “FELDHEIM, COMUNITA’ ENERGETICA AUTONOMA”

Trackbacks/Pingbacks

  1. FABIOFIMIANI.IT » Blog Archive » INDIPENDENZA ENERGETICA: SCHWAZ, IN AUSTRIA - [...] Feldheim, in Germania, l’obiettivo è stato raggiunto e [...]
  2. FABIOFIMIANI.IT » Blog Archive » INDIPENDENZA ENERGETICA PER CINQUANTA COMUNI IN BAVIERA - [...] comunità energetiche autonome in Germania si trovano a Feldheim e Wildpoldsried e in Austria a Gussing e Schwaz, mentre un altro esempio di unione di comuni [...]

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>