content top

LA RINASCITA DEL PEPERONE VERDE DI VOGHERA

Peperone Verde di Voghera

Coltivatori custodi dei semi, un istituto tecnico, una cooperativa sociale e una catena di supermercati. E’ questo il mix che ha permesso al Peperone di Voghera di tornare sulle tavole, prima pavesi, e adesso anche milanesi. L’ortaggio è una delle sette denominazioni comunali (De.Co) della capitale dell’Oltrepo Pavese.

E’ una progressione che prosegue ogni anno quella dell’incremento della produzione di questa bacca dolce e delicata di colore verde chiaro, non a caso soprannominata anche peperone bianco. Il successo è stato, ovviamente, decretato dai consumatori che lo acquistano in quantità sempre maggiore.

La riscoperta è iniziata nel 2005 con la costituzione di comitato scientifico composto da Istituto Tecnico Agrario Gallini di Voghera (Pv), Istituto Sperimentale Orticolo di Montanaso Lombardo (Lo), Istituto di Patologia Vegetale dell’Università di Milano e Cooperativa Villa Meardi di Retorbido, vicino a Voghera. Animatore del gruppo è stato il docente della scuola superiore Pier Luigi Megassini, attuale presidente dell’Associazione per la tutela e valorizzazione del Peperone di Voghera (Pepevo). Dopo una ricerca dei semi da alcuni piccoli produttori, c’è stata per tre anni la riproduzione in serra per ottenere la specie originaria, infine la reintroduzione in campo delle prime piantine nelle terre della Cooperativa Villa Meardi. La catena di supermercati Iper ha quindi di fatto adottato il progetto acquistando gran parte della produzione, vendendola inizialmente nel punto vendita di Montebello della Battaglia (Pv). L’incremento della produzione è costante e adesso il Peperone di Voghera si trova anche in altri punti vendita, come quello di Magenta, in provincia di Milano.

Secondo il Ghiottone Pavese, il Peperone di Voghera è ottimo nel risotto, non poteva mancare l’accoppiata con il riso, un altro dei prodotti dell’agricoltura pavese, e nella preparazione della salsa Peverata.

Su Facebook vi è un gruppo di appassionati, ma l’attività in questo momento è ferma.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>