content top

UNA RETE PER LA RACCOLTA DEI TAPPI DI PLASTICA USATI

Bormio (So), via Don Bosco indicazione raccolta tappi plastica

Tappi raccolti separatamente. Nelle case, negli uffici, nei circoli, nelle parrocchie. Per realizzare progetti di cooperazione internazionale, come pozzi di acqua potabile in Tanzania. E’ una vicenda di autorganizzazione quasi carsica quella della gestione separata delle coperture di plastica usata. In quasi un decennio i tappi usati di bottiglie e flaconi di alimenti e detersivi sono diventati una fonte di finanziamento. Fondamentale è stata la nascita di una rete di volontariato, basata sulla Caritas di Livorno e il Centro Mondiale Sviluppo Reciproc0 (Cmsr) , e alla rinuncia al guadagno per l’impresa che recupera il polietilene teraflatato, più noto per la sigla Pet, con il quale sono prodotti i tappi. Una tonnellata di plastica non arriva alla quotazione di duecento euro, e per farla bisogna raccogliere circa quattrocentomila pezzi. Finora i progetti realizzati sono stati da poche decine di migliaia di euro, per questo motivo il mix di volontariato e di lavoro non profit è indispensabile perché l’iniziativa possa continuare. L’elenco dei centri raccolta è disponibile qui.

Bormio via Don Bosco cassonetto raccolta differenziata tappi plastica

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *