SAN FRANCISCO: BAY AREA CAR SHARING PEER TO PEER

1
6
Getaround
Getaround

Vicinanza, costi, disponibilità. Il tutto giudicato e commentato da coloro che hanno già utilizzato le auto. E’ l’applicazione che verifica la disponibilità di macchine a noleggio di privati cittadini nella Bay Area di San Francisco, in California. Si chiama Getaround la app che offre questi servizi, e mette anche in concorrenza le offerte, giacché è possibile richiedere più disponibilità e poi scegliere quella più conveniente. L’opportunità può avvenire tramite smartphone o computer, visto che l’applicazione è disponibile anche in formato web. Ovviamente vi è una copertura assicurativa, compresa assistenza ventiquattro ore al giorno, sia per gli utenti che per i fornitori. In alcuni casi la app consente anche di sbloccare l’automobile, evitando quindi l’obbligo per il proprietario di essere presente al momento del ritiro e della restituzione del mezzo. Per finanziare il proprio servizio, un car sharing peer to peer, Getaround trattiene il quaranta per cento dell’incasso. I gestori dell’applicazione vogliono estendere la copertura della propria attività anche ad altre zone degli Stati Uniti.

1 commento

  1. […] Il car sharing privato. L’auto peer to peer. La nuova mobilità passa anche dall’uso pubblico delle macchine dei singoli cittadini. Ad Amsterdam è realtà, grazie a un’applicazione per telefonini. Le smart city, le città intelligenti, si basano sull’uso razionale dell’esistente grazie alle nuove tecnologie informatiche. In questo modo strutture o servizi pubblici e privati possono essere utilizzati in modo maggiore, così da ridurre costi, magari l’occupazione di spazio, incrementando la disponibilità di servizi. Ad Amsterdam il car sharing privato o l’auto peer to peer è una realtà grazie a un’applicazione che si chiama We Go. Il singolo proprietario dell’auto deve ovviamente iscriversi al servizio, e segnalare il luogo e la disponibilità del proprio mezzo. E’ quindi possibile consentire l’uso della auto sia vicino a casa, perché magari è usata solo nel fine settimana, o nei pressi del proprio lavoro, dove spesso rimane parcheggiata dalla mattina alla sera. Chi la prende, ovviamente, deve essere a sua volta iscritto al servizio, mentre chi lo eroga, la società We Go di Amsterdam, garantisce, oltre al collegamento tra la domanda e l’offerta, anche la copertura assicurativa. Grazie alle auto condivise private è quindi possibile trovare un mezzo anche in zone dove il classico car sharing non è conveniente per la bassa domanda, oltre ad avere una maggiore tipologia di auto potenzialmente affittabili. Il tutto consentendo di condividere i costi di gestione grazie agli introiti pagati dagli utilizzatori temporanei della propria auto. Un altro car sharing tra privati c’è a San Francisco. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.